Image Hosted by ImageShack.us

mercoledì, dicembre 01, 2004

Van Helsing

Alcuni film sono destinati ad essere ricordati a lungo, e ad imprimersi profondamente nella memoria degli spettatori. Può succedere per film particolarmente belli nel loro complesso, per film caratterizzati da qualche aspetto innovativo, o comunque fuori dalla norma (effetti speciali, colonna sonora, scenografia...), per film di elevato impatto sociale, e via dicendo. Ma può succedere anche per film particolarmente brutti: come non ricordare ad esempio The Avengers, o Spawn... Stiamo parlando di autentiche pietre miliari della vergogna cinematografica.
Ebbene, Van Helsing entra in modo prorompente nella top ten delle peggiori schifezze ad esser mai uscite da un proiettore.
A fronte di una realizzazione tecnica tutto sommato all'altezza, la sceneggiatura del film è talmente grottesca da risultare a tratti divertente (se si fa lo sforzo di tralasciare il modo empio e barbaro con cui sono state interpretate la "storiografia" e la tradizione vampiresca). Di fatto, devo ammettere che la visione del film risulta tutt'altro che noiosa: le stupidaggini si susseguono in modo davvero incalzante ed esponenziale (gli ultimi dieci minuti del film hanno un effetto quasi lisergico da quanto sono deliranti).
Insomma, il prode Stephen Sommers (regista ED autore) è finalmente riuscito, dopo svariati e per altro validi tentativi (la trilogia della mummia), a raggiungere il fondo della pattumiera.

Voto: 3 / 10

8 commenti:

Alex ha detto...

Sarebbe cosa gradita se specificassi quali sarebbero le stupidaggini che si susseguono così deliranti... il tuo giudizio mi sembra molto personale e per nulla obbiettivo, poiché, preso per quel che è, ossia un film d'azione/avventura in stile molto da fumetto, da gioco di ruolo, e quindi non per questo 'spazzatura', è un film godibilissimo con atmosfere gotiche interessanti, e nell'insieme diverte e dà sana adrenalina. certi film andrebbero recensiti da persone con conoscenze un pò più profonde a riguardo...

filippo ha detto...

Di stupidaggini ce ne sono tantissime, ma ci tengo ad elencarne una in particolare...il film rovina due capolavori della letteratura Gotico/orrorifica, Frankenstein e Dracula. A tutto c'è un limite, dire che Dracula è il creatore del mostro di Frankenstein, trasformare Van Helsing in un lupo mannaro, mandarlo a caccia di Mr Hide, è un insulto nei confronti di grandi autori come Bram Stoker e Mary Wollstonecraft Shelley. Gli sceneggiatori dovrebbero rendersi conto di quello che scrivono...ma dopotutto la colpa non è loro, è delle persone che continuano ad osannare e a difendere opere simili. Se queste sono atmosfere gotiche interessanti, allora quelle del Dracula di Coppola cosa sono?

Cinedelia

Mary Wollstonecraft Shelley

filippo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
alex ha detto...

sinceramente non condivido questo eccessivo rigore nelle proprie vedute..
nessuno ha voluto cambiare storie già scritte o darne nuove versioni, semplicemente astrarre delle icone dai loro classici racconti, per poterne fare un film d'avventura in tema gotico/fantastico, certo non da prendere "troppo sul serio", ma il risultato non rovina nulla (un filo logico tra i personaggi andava creato in qualche modo, no?). La caratterizzazione dei personaggi e l'ironia 'giovane'(forse un pò anche yankee), che trapela in vari momenti del film è una chiave per capire che questo film non vuole collocarsi tra i colossi d'autore, ma in un'opera narrativa ripeto 'giovane' dinamica e avvincente ispirata a dei classici per eccellenza.
il dracula di coppola è tutta un'altra storia, per van helsing ho detto semplicemente che ha delle atmosfere gotiche interessanti e nulla più.

Alex ha detto...

se proprio vogliamo entrare nel merito allora, il dracula di coppola il cui titolo è "bram stoker's dracula", non rispecchia la trama originale, stravolgendo addirittura un pò il personaggio di dracula stesso, ossia non più un eesere profondamente e totalmente diabolico e maligno, ma un essere vinto dal sentimeno per il suo perduto amore, ritrovato in mina murray. Non che non mi piaccia tutto ciò, anzi non fa una piega, ma se vogliamo parlare di rielaborazioni, almeno van helsing non ricalca trame o autori, semplicemente usa dei riferimenti a delle icone (addirittura questo van helsing si chiama gabriel...)per fare una storia a sé stante mettendo insieme ciò che nel nostro immaginario già sicuramente era capitato di intramare fantasticandoci sù.
via sù, questo van helsing altri non è che un "supereroe" coi suoi comprimari, e gli altri dei "villains" arcinemici contro cui battersi per salvare la gente comune dal 'male'....

Manca pù qualcuno che gridi al falso storico poi siamo a posto!!!

toni ha detto...

"filippo ha detto...
Di stupidaggini ce ne sono tantissime, ma ci tengo ad elencarne una in particolare...il film rovina due capolavori della letteratura Gotico/orrorifica, Frankenstein e Dracula. A tutto c'è un limite, dire che Dracula è il creatore del mostro di Frankenstein, trasformare Van Helsing in un lupo mannaro, mandarlo a caccia di Mr Hide, è un insulto nei confronti di grandi autori come Bram Stoker e Mary Wollstonecraft Shelley. Gli sceneggiatori dovrebbero rendersi conto di quello che scrivono...ma dopotutto la colpa non è loro, è delle persone che continuano ad osannare e a difendere opere simili. Se queste sono atmosfere gotiche interessanti, allora quelle del Dracula di Coppola cosa sono?

Cinedelia

Mary Wollstonecraft Shelley"

ho ucciso per molto meno.....



mary wollstonecraft shelley di sto par di palle....(e non fare il saccente del cazzo che un nome lo si puo' cercare tutti su google idiota)

Filippo ha detto...

Appunto "caro" Toni...fai prima una ricerca su google, poi vieni a dare un commento sensato!
Un copia e incolla con l'aggiunta di qualche insulto non è molto...
(da notare che non ho avuto bisogno di chiamarti idiota...)

jecke ha detto...

La discussione è libera e potete gestirvela come preferite, a patto che si rimanga nei limiti della buona educazione!

[che commento da benpensante! :D ]