Image Hosted by ImageShack.us

mercoledì, settembre 26, 2007

SuXbad – 3 Menti Sopra il Pelo

La questione su quanto siano imbecilli i titolisti italiani è oramai cosa nota a tutti, ma come insegna la legge di Muprhy le cose vanno sempre peggio del previsto. Ecco che dopo le innumerevoli storpiature che ci siamo dovuti sorbire da parte dei titolisti di professione, la Sony decide di indire un contest per stabilire il sottotitolo di Superbad (al quale tra l'altro non si capisce perché abbiano dovuto sostituire per con X). Alla fine la tagline vincente è stata quella che si può leggere sui manifesti. Ora io mi chiedo: perchè? Ai posteri l'ardua sentenza (se mai ce ne sarà una).
Seth (Jonah Hill), Evan (Michael Cera) e Fogell (Christopher Mintz-Plasse) sono tre amici sfigati alla fine dell'ultimo anno di liceo e sulla scia dei loro colleghi di American Pie il loro unico desiderio è quello di fare sesso almeno una volta prima di andare all'università. Quale migliore occasione se non una festa organizzata da una delle loro mire "amorose"? Tra patenti false, poliziotti sballati e un turpiloquio senza ritegno, i tre giungeranno alla tanto agoniata festa. Riusciranno a coronare i propri sogni e a soddisfare il proprio appetito sessuale?
Per quanto il trailer del film fosse simpatico e le recensioni d'oltreoceano fossero quasi tutte positive, nutrivo dei forti dubbi sulla natura del film. Alla fine però mi sono dovuto ricredere: l'opera di Gerg Mottola è una giostra di gag esilaranti e irriverenti che trascina lo spettatore fino alla fine del film lasciando solo qualche minuto qui e là per riprendere fiato dalle risate. Certo, bisogna accettare il livello di comicità abbastanza cialtrone, ma il risultato finale è irresistibile.

Voto: 7 / 10

2 commenti:

Tancredi ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Tancredi ha detto...

Certo, i traduttori italiani per il titolo non sono stati minimamente fedeli. Però va detto che il titolo che fa il verso a "3 metri sopra il cielo" ci sta, perchè qualsiasi attacco o presa in giro di quelllo schifo è qualcosa di intellettualmente doveroso.