Image Hosted by ImageShack.us

lunedì, dicembre 19, 2005

King Kong


Intrattenimento allo stato puro, così si può riassumere l'opera post tolkeniana di Peter Jackson. King Kong è la (quasi) perfetta sintesi tra azione e emozione che ci si può aspettare dal cinema popolare contemporaneo. Anche se presenta qualche difetto evidente, come la lunghezza eccessiva e alcune trovate registiche poco convincenti (tra cui l'uso ridondante di effetti speciali anche in situazioni che non li richiedono, come le palline da giocoliere), questo film è un gran film, e questo regista è un grande regista.
Jackson riesce a fondere sapientemente sequenze d'azione eccezionali, come l'incontro scimmia-tirannosauri degno dei megliori Smackdown vs. Raw, con scene commoventi e toccanti, su tutte il tramonto sull'isola e l'alba sul grattacielo. Curioso parallelismo. Nota di merito per parte del cast, che vede Jack Black (finalmente in un ruolo decente) e Andy Serkis (che con un centinaio di sensori interpreta la scimmia) sovrastare Adrien Brody e la Watts, che a mio parere non sono molto a loro agio.
A tratti sembra di assistere a una ca##ata costosissima, ma poi per fortuna ci si rende conto che non è così, e che a volte i blockbuster sono prodotti di valore. La bella, la bestia, l'Empire State Building, l'alba, i biplani con la mitragliatrice. Cosa chiedere di più al cinema?

Voto: 8 / 10

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Hail to the king! grande Kong e grande Jackson...
JerryGarcia85

bRanNi® ha detto...

Dicono che il primo impatto sia quello che conta, e dopo aver visto la trilogia tolkieniana, devo dire che ho ottenuto ciò che mi aspettavo...a proposito, può essere suggestione, ma in una scena nelle grotte mi è sembrato di vedere un Gollum un po' sfocato in secondo piano...chissà...

P.S.:jecke, occhio agli errori di battitura!!! :)

ohdaesu ha detto...

Jack Black sovrasta sé stesso? Attento agli errori di distraziòn!

(Curiosità, ma magari la sapevi già: Serkis interpreta anche il cuoco di bordo, quello che muore avviluppato dai lumaconi)

capa ha detto...

concordo con te, mi è piaciuto molto a parte le scene dei cicci dentati e degli affari con più di 4 zampe, che a mio avviso erano un po'esagerate anche se evidenziavano molto bene la selvaggia e primordiale natura dell'isola, ma forse non mi vanno genio perchè detesto insetti ed affini.
Per gli errori di battitura ti hanno già avvisato... :)