Image Hosted by ImageShack.us

domenica, ottobre 01, 2006

Cambia la tua vita con un click


Un uomo è troppo impegnato col suo lavoro per stare con la famiglia. Stop. Trova un tizio strambo che gli dà un telecomando tramite il quale comandare la propria vita. Stop. Dopo un inizio divertente, l'idea si rivela tragica. Stop. Lieto fine. Stop. Ecco, potrei fare lo sceneggiatore a Hollywood. Scherzi a parte, l'ovvietà della trama di Click (perché allungare e storpiare un titolo così breve e conciso?) è a dir poco disarmante. Si salva giusto per qualche gag divertente e la gara a chi riconosce più velocemente gli attori comprimari.
Diciamo che se al posto di "quel merduomo di Adam Sandler" ci fosse un adolescente e il film fosse trasmesso su Italia1 di sabato pomeriggio, nesusno avrebbe qualcosa da ridire. Il fatto è che la pellicola viene proiettata in una marea di cinema e tutto questo per colpa di Sandler, che mi sarebbe anche simpatico, ma a 40 anni ha imbroccato uno, forse due, film. Non sarebbe ora di provare un ruolo nuovo, al posto del giovane uomo cazzaro?
Aiutato dalla presenza esteticamente eterea di Kate Beckinsale, il film è anche piacevole, nonostante una dozzina di minuti di troppo verso la fine, ma non dice nulla di nuovo né nella forma né nella sostanza. C'era davvero bisogno di spendere 70 milioni di dollari per dire che bisogna dedicare tempo alla famiglia? Spero che di questa cifra, una parte consistente sia finita nelle tasche di mr. Cristopher Walken, prestatosi ancora una volta a fare il pagliaccio in una commedia di serie B.

Voto: 4 / 10

4 commenti:

deliriocinefilo ha detto...

si ma non mi rovinare così il giovanotto! d'altronde in punch drunk love alias ubriaco d'amore ha fatto il suo dovere!! eccome se l'ha fatto!

jecke ha detto...

"a 40 anni ha imbroccato uno, forse due, film"..
Ma non basta Punch Drunk Love a risollevare tutto il resto! :)

deliriocinefilo ha detto...

lo so...stavo scherzando. si è ritagliato troppo ormai nel genere alla "ben stiller"

Torakiki ha detto...

Sendler non è cattivo, dai... però ignorarlo ogni tanto? no eh?


^_^