Image Hosted by ImageShack.us

martedì, marzo 25, 2008

Spiderwick - Le cronache

Come si suol dire, "Pasquetta bagnata, Pasquetta sfigata". Ecco perché invece di andare a prendere una boccata d'aria sono finito al cinema e essendo già abbastanza di malumore, ho temporaneamente rimandato il film di Sidney Lumet per vedere questo fantasy, che nonostante la mia diffidenza post-Narnia verso il genere mia ha comunque portato in sala abbastanza curioso e moderatamente speranzoso.
Assieme al fratelo gemello Simon (Freddie Highmore), la sorella Mallory (Sarah Bolger) e la madre Helen (Mary-Loiuse Parker), il giovane Jared (sempre Highmore) si trasferisce nella casa del lontano parente Arthur Spiderwick (David Strathairn). In seguito a un incidente domestico, entra in possesso del manuale scritto dal prozio, contenente tutti i segreti del mondo fatato che li circonda. Leggendolo però risveglia il desiderio dell'orco Mulgarath, che farà di tutto per entrarne in possesso e diventare la creatura più potente del mondo. Ai due gemelli e alla sorella maggiore spetterà il compito di proteggere se stessi e il magico libro.
Il regista Mark Waters, dopo un paio di commedie per teen-agers e una un po' più adulta, torna a un target giovanile con un genere a lui nuovo. Il passaggio al fantasy gli riesce discretamente bene, adattando la serie di racconti omonimi di Tony DiTerlizzi e Holly Black. La mia impressione è che il regista abbia scelto di girare un film senza troppe pretese, rispettando le aspettative del giovane pubblico e facendo tutto sommato il lavoro onesto che ha svolto negli ultimi anni. Non sarà un film trascendentale, ma il mondo delle cronache di Spiderwick tutto sommato fa il suo dovere come film di intrattenimento, anche per gli adulti (pochi) in sala. E a questo punto poco importa se i dilemmi esistenziali e i problemi familiari rappresentati hanno la consistenza di un tovagliolo, quello che importa è salvare il libro e sconfiggere l'orco.

Voto: 6 / 10

1 commento:

Tancredi ha detto...

Ciao.
Scusa, ma mi hanno incastrato in una catena di blogger e ho fatto il tuo nome.
Se ti va scrivi 6 cose che ti piacciono e passa la patata bollente ad altri 6 blog.
Sennò...pazienza.
Salutones.