Image Hosted by ImageShack.us

lunedì, settembre 25, 2006

Ti odio, ti lascio, ti...


Per una volta gli imbecilli titolisti italiani hanno fatto un "buon" lavoro, mettendo in guardia lo spettatore. Sì, perché The Break-Up è una boiata quasi immonda, che non fa nemmeno molto ridere e soprattutto non commuove. Però è un film su una coppia interpretato da una coppia, e per questo le coppie andranno a vederlo e sarà comunque un successo. Anche perché la coppia che interpreta la coppia è una coppia anche nella realtà.
[Il piattume di questo post (dovuto peraltro al piattume del film) è ravvivato dall'uso della parola coppia. Il gioco sta nel contare quante volte è stata scritta.]
Al di là della storia scontata, che io francamente ho trovato anche abbastanza insulsa, il film non decolla sotto nessun aspetto. La regia, di Peyton Reed, è piatta e non ha uno spunto interessante che sia uno. Le interpretazioni sono scialbe, soprattutto quella della Aniston, che non essendo più la moglie di Brad Pitt e non essendo più nemmeno molto figa non si capisce come mai faccia tanti film. Mah. Spero che il caro vecchio Vaughn torni presto al tipo di commedia precedente, che per quanto demenziale, almeno faceva ridere.
Inoltre i personaggi di contorno sono stereotipati e alquanto fastidiosi. Nel 2006 il collega della galleria d'arte gay ha decisamente rotto. Aveva un senso ed era molto più simpatico Serge in Beverly Hills Cop, 22 anni or sono.
Mi consola solo il fatto di non avere pagato il biglietto.

Voto: 4 / 10

5 commenti:

Anonimo ha detto...

Pensa, a me è piaciuto... I misteri della vita...
Jerry"Ti odio, ti lascio, ti trombo"Garcia85

Violetta ha detto...

"Aveva un senso ed era molto più simpatico Serge in Beverly Hills Cop, 22 anni or sono."

Giuro, a me è venutas in mente la stessa cosa (tra l'altro il parlato di Justin Long nella versione originale è quasi identico al birignao di Serge). Saremo mica parenti ? :-)

jecke ha detto...

@Jerry: Se è per questo c'è anche la questione Spiderman2 ancora aperta... Misteri! ^^
@Violetta: Il film in sé non sarebbe così male, ma il personaggio di Long l'ho trovato visceralmente insopportabile. Mi ha proprio urtato. Potremmo anche essere parenti.. Lo scopriremo al prossimo eventuale pranzo di Natale, sarò quello vestito da Grinch. :)

Violetta ha detto...

Ma infatti. A me il film ha irritato meno di quanto abbia irritato te (almeno l'happy end in senso convenzionale va a farsi friggere), però l'assenza di personaggi minori forti è davvero un punto a suo sfavore (jason bateman sta sullo schermo meno di cinque minuti, la gallerista/capa mignottona idem...), e getta luci sinistre un po' su tutto l'insieme (leggi "vetrinazza per due divi, di cui lui è comicamente forte solo quando attorno ha delle sponde / un contesto adatto, e lei non ha mai fatto ridere nessuno punto e stop").

Viva Old School, veramente.

DOM ha detto...

Old School per la vita!

questo "break-up" non l'ho visto, ma mi han detto che le parti migliori e più divertenti si vedono nel trailer per il resto noia.