Image Hosted by ImageShack.us

mercoledì, dicembre 26, 2007

Il mistero delle pagine perdute


Come scrivevo qualche post fa, da piccolo io sono cresciuto a pane e Indiana Jones. Lo scrivo per spiegare (o giustificare, fate voi) la mia passione per le avventure che si spostano da un luogo all'altro, con la bella di turno e l'aiutante un po' imbranato. Tre anni fa infatti il primo film della serie National Treasure, da noi Il mistero dei Templari, mi aveva sufficientemente divertito, nonostante la sua sconclusionatezza e inverosimiglianza, tanto da spingermi al cinema a vedere questo sequel malandato.
Dopo il successo dovuto al ritrovamento del tesoro dei Templari, la vita di Ben Gates (Nicolas Cage) ha subito una battuta d'arresto. Dopo essere mollato dalla fidanzata Abigail (Diane Kruger), il colpo di grazia arriva da un illustre sconosciuto (Ed Harris) il quale dichiara al mondo che il trisavolo del protagonista faceva parte della congiura che costò la vita ad Abramo Lincoln. Per riscattare la reputazione dell'avo, Gates riunisce la vecchia squadra e si mette alla ricerca di un altro tesoro in grado di dimostrare l'innocenza della propria famiglia.
Come succede spesso per i seguiti dei blockbuster e come era stato perfettamente previsto dal buon kekkoz, gli sceneggiatori non riescono a inventare nulla di nuovo e quindi procedono a scrivere la trama del nuovo film procedendo per accumulo ed esagerando le poche qualità della pellicola originale. Ne Il mistero delle pagine perdute infatti, regista e sceneggiatori hanno finito con l'esasperare lo "stile" del film, proponendo misteri improbabili, gag prevedibili e dialoghi noiosi. Nemmeno il cast stellare del film riesce a tenere in piedi uno spettacolo troppo lungo e troppo poco divertente. Perfino la bella Diane Kruger sembra meno attraente in questa produzione, senza menzionare ovviamente il passaggio di Helen Mirren da regina Elisabetta II a madre fittizia del bamboccione Nicolas Cage: imperdonabile.

Voto: 4 / 10

2 commenti:

Tarcutio ha detto...

E' vero quel film è proprio una fesseria! L'ho visto ieri perchè quei cretini del cinema hanno annullato la programmazione di Hitman e abbiamo pensato che, siccome ormai eravamo usciti, tanto valeva vederci qualcosa. Il film è: tante idee e tante vaccate tenute insieme con lo sputo. Del resto, meglio quello che dare i soldi a Natale in crociera no?

jecke ha detto...

Sinceramente non credo che con Hitman sarebbe andata molto meglio..
Comunque tutto è meglio di Natale in Crociera, anche se stavolta sembra che sia (come si dice dalle mie parti) pèso el tacon che'l sbrego, ovvero è paggio il rattoppo dello strappo. :)