Image Hosted by ImageShack.us

venerdì, ottobre 27, 2006

The departed - Il bene e il male


Mi ritrovo davanti alla tastiera e non so come cominciare a scrivere di quello che, salvo imprevisti, sarà il film dell'anno. Ci provo andando con ordine, e cominciando dall'inizio.
The Departed - che da ora in avanti sarà citato senza il cretino e inutile sottotitolo italiano - è l'ultimo film di Martin Scorsese, un regista che non ha certo bisogno di alcuna presentazione, ma che negli ultimi anni mi ha lasciato un po' perplesso con le sue pellicole. Gangs Of New York e The Aviator (entrambi con protagonista Leonardo DiCaprio) sono dei bei film, ma non certo i capolavori che uno si aspetterebbe dal regista di Quei bravi ragazzi. La notizia di un futuro remake di Infernal Affairs (“capolavoro” poliziesco targato Hong Kong) da parte del nostro mi aveva lasciato dubbioso per un millisecondo, ma subito dopo nella mia mente si è insinuata una convinzione, ovvero che questo fosse non solo il film “riscatto” di Scorsese, ma anche uno dei migliori film dell’anno. Wow, per una volta avevo ragione.
Descritta brevemente, la trama racconta il confronto tra due figure ambigue, ovvero uno sbirro infiltrato nella mafia irlandese di Boston (Leonardo DiCaprio) e un criminale della suddetta cosca che invece fa la talpa nella polizia (Matt Damon). Entrambi poi hanno a che fare con i rispettivi carismatici capi, quello delle forze dell’ordine (Martin Sheen) e quello dei malavitosi (Jack Nicholson). Ma dopo tanto tempo passato nelle fila della fazione opposta, cosa rimane della propria identità? Come recita Jack Nicholson in una scena, “Poliziotti o criminali. Quando hai davanti una pistola carica, qual è la differenza?”
Scorsese riprende solo parzialmente il soggetto dell’originale di Wai Keung Lai e lo riadatta nella forma e anche nella sostanza. Certi personaggi scompaiono, altri invece prendono vita, cambia l’ambientazione, certe scene vengono eliminate (tra queste purtroppo quella del confronto tra le due fazioni alla stazione di polizia, in cui le due talpe si trovano nella stessa stanza senza sapere chi è l’altro), altre aggiunte. Soprattutto però cambia il modo di rappresentare l’intera faccenda, e il regista americano decide di complicare le cose e dare più spazio ai personaggi, regalando allo spettatore un capolavoro di cinema poliziesco e non solo.
Nello svolgere questo arduo compito, Scorsese viene aiutato da un cast in parte formidabile. Scalda il cuore vedere Jack Nicholson interpretare (magistralmente) una parte degna del suo nome, così come fa piacere riconoscere ancora una volta l’abilità di Leonardo DiCaprio. Anche Sheen e Baldwin fanno ottimamente il loro mestiere, e tutto sommato anche Matt Damon (rispetto al suo standard) si difende bene. Quello invece che non si capisce, è perché Mark Wahlberg faccia l’attore e non il personal trainer, ma soprattutto perché abbia accettato di essere l’unico neo di un film quasi perfetto.

Voto: 9 / 10

15 commenti:

capa ha detto...

La scena Sbirri Vs. Gangsters è mancata pure a me, ma te l''avevo già detto. Mark Wahlberg forse l'hanno messo perchè voleva entrare a far parte della Gilda Attori Yankee come Matt e Alec. Tralaltro penso di amare Vera Farmiga.

Private I ha detto...

Secondo me invece, come sai, nel passaggio va perso molto, e Scorsese ha già detto cose simili molto meglio... certamente buono, ma meno capolavoro di come dici ^_^

UnoDiPassaggio ha detto...

Ho letto distrattamente il tuo post per un semplice motivo: perchè ti odio. Ti odio perchè tu l'hai già visto (e apprezzato tantissimo) e io no, e credo che passerà come minimo una settimana prima che possa farlo. Ecco. ^^

Anonimo ha detto...

Film pseudo-divisorio. E per me Mark Wahlberg è stato anche bravo. Alec Baldwin è all'apice della sua recitazione. Baldwin è il più grande attore del mondo.
Jerry"Metdeimon"Garcia85

deliriocinefilo ha detto...

anche a me è piaciuto Wahlberg. Matt Damon non molto invece, direi poco.

jecke ha detto...

@capa: Vera, my new true love.
@Private_I: De gustibus... :)
@UdP: hehe, dai, non disperare, c'è tempo. Ma non perderlo per nessuna ragione!!
@JerryGarcia: Non così divisorio come "La donna nell'acqua". Quello sì che è stato un 9/11 moltiplicato 100.
@deliriocinefilo: Matt Damon invece trovo che sia stato meglio del suo solito.. Boh, opinioni diverse, tutto qui. Marky Mark è un attore da Fast & Furious secondo me. :D

Angelo ha detto...

premetto che non l'ho ancora visto e per questo ti invidio anch'io, mark whalberg invece è un attore interessante, altro che f&f, ad esempio mi piaciuto molto in "four brothers" o in "the italian job".

Noodles ha detto...

sono d'accordo con delirio su Damon, ma a me neanche Wahlberg è piaciuto proprio tanto. Jack e Leo invece da standing ovation. E così l'attrice nel ruolo della psicologa.

Roberto Beranbò ha detto...

Mi vedo costretto a sollecitarti d'inserire il mio voto al film the departer su cineblogger che è 5 pieno alias dieci se no consideri i mezzi voti. Grazie.

nonostantetutto è il mio nikname su cineblogger.

Scusami ma io monitoro i miei post almeno 3 volte al giorno.

E' seccante, lo so, ma è un impegno verso gli altri utenti giudici.

Un saluto.

Rob.

Roberto Beranbò alias nonostantetutto ha detto...

la mia renecensione di The departed su cineblogger

daaaaaaaaaaaaaaiiiiiiiiiiiiiiiii

che sto scherzando.

Però appena puoi inseriscila

grazie.

Rob.

tuoquasiparente ha detto...

...appena finito di vedere. bello da morire... e grazie di consigliarmi sempre il film giusto!!! Ora però non ti gasare

jecke ha detto...

@nonostantetutto: ti assicuro che li controllo anche io, ma la settimana scorsa ho passato due tre giorni di fuoco in cui davvero non ho avuto un attimo libero. Mi scuso. Ora cmq è tutto a posto.
@Noodles: Vera Farmiga è il mio nuovo amore! ^^
@tuoquasiparente: OVVIO che mi gaso, fa parte della mia natura smargiassa. :D

Angelo ha detto...

finalmente l'ho visto!!!

che dire, film dell'anno sicuramente, peccato solo che avendo visto prima "infernal affairs" i colpi di scena erano (quasi)tutti già conosciuti...

Anonimo ha detto...

Meraviglioso.Scorsese non delude mai(non lo aveva fatto nemmeno con gli imperfetti ma bellissimi Gangs of New York e The aviator).
Film strepitoso,diretto ed interpretato magistralmente.Su tutti un DiCaprio fantastico.
Da vedere e rivedere.

Dome & Edo ha detto...

Ciao scusa se scrivo in un post così vecchio, ma questo film mi è piaciuto molto. Il regista è bravissimo. Scambieresti link? Se vuoi passo dal nostro blog. Ti aggiungeremo subiro ai link. Buona serata
Dome & Edo